Whitney Houston: annegata dopo un infarto causato da un mix di droghe e farmaci

Whitney Houston lo scorso 12 febbraio è morta annegata nella vasca da bagno dell’albergo in cui si trovava a causa di un attacco di cuore. Questa volta non si tratta di ipotesi, ma dei risultati delle analisi che il medico legale ha effettuato sul corpo della cantante. Sembra che l’attacco di cuore sia stato causato dalle sostanze che Whitney Houston aveva assunto, tra le quali potrebbe esserci anche la cocaina.

Whitney Houston è stata trovata morta, all’età di 48 anni, nella vasca da bagno di un albergo di Beverly Hills dove si trovava per prendere parte ad una cerimonia legata ai Grammy Awards. Subito dopo la tragica scoperta si era diffusa la voce che la morte della cantante sarebbe stata provocata da un malore causato dall’uso di sostanze stupefacenti mescolate con farmaci.

I risultati delle analisi del medico legale confermano i rumors che sono circolati subito dopo l’annuncio della morte della cantante. Ci vorranno due settimane circa per redigere il rapporto completo dall’autopsia, ma per adesso è sicuro che nel corpo di Whitney Houston sono state riscontrate tracce di droga e farmaci.

In questi giorni si sta diffondendo un’altra voce che riguarda la cantante scomparsa lo scorso febbraio. Sembra che possa essere messo in circolazione un video sexy di Whitney Houston ripreso da compagno, il cantante Ray J.

Per adesso sembra che la notizia sia stata smentita dallo stesso cantante, ma se i video dovessero esistere potrebbero anche essere messi in circolazione? Questa è un’ipotesi che la famiglia della cantante non vuole nemmeno prendere in considerazione. In effetti Whitney Houston deve essere ricordata solo per la sua voce e il suo talento.

admin
  • Scrittore e Blogger
Suggerisci una modifica