Slayer Jeff Hanneman: le cause della morte

Il mondo della musica metal piange la morte di Jeff Hanneman, storico chitarrista fondatore degli Slayer che insieme alla sua band e ad altre band seminali ha posto le basi del thrash e ha fatto da “cultura” per le generazioni a venire. Jeff Hanneman è morto in un ospedale della California la mattina del 2 maggio a soli 49 anni e subito il pensiero è andato alla disavventura che lo ha visto protagonista due anni fa.

Nel 2011 Jeff Hanneman è stato morso da un ragno e ciò gli ha causato una rara malattia, la fascite necrotizzante, per la quale Jeff stava addirittura perdendo il braccio. Le notizie ufficiali sulla sua morte (ne leggiamo tante in Rete) parlano di insufficienza epatica, probabilmente causata proprio dalla fascite necrotizzante.

La malattia, infatti, colpisce i tessuti sottocutanei (li necrotizza) e attacca anche i tessuti interni. È probabilmente questa progressiva necrotizzazione che ha causato il collasso del fegato e che ha portato Jeff alla morte.

“Sono profondamente triste e senza parole – ha detto in un comunicato Dave Lombardo, storico batterista degli Slayer da poco uscito dalla band a causa di divergenze contrattuali – è difficile per me esprimere i miei sentimenti in questo momento. Il mio cuore è con Kathy Hanneman”.

Parole di cordoglio anche da Gary holt, chitarrista degli Exodus chiamato a sostituire Jeff (si pensava temporaneamente): “C’è un solo Jeff Hanneman – ha detto Gary Holt – tutto quello che potessi sperare di fare era suonare i pezzi composti da lui”.

E ora che cosa ne sarà degli Slayer? Per ora non sappiamo nulla. Ricordiamo che la band era attesa in Italia per 4 concerti a giugno.

Sonisphere Festival 2010 - Poland - Slayer

admin
  • Scrittore e Blogger
Suggerisci una modifica