Sepultura: reunion con Max Cavalera? No, grazie

Quanti di voi, seguaci delle band ‘dure’ che hanno fatto la storia del metal, sogna una reunion dei Sepultura nella line up classica?

Dopo lo ‘strappo’ del 1996 la band thrash metal brasiliana non è più stata capace di replicare i successi degli anni precedenti, nascosta all’ombra di un frontman (Max Cavalera) che con i suoi Soulfly stava facendo furore.

Da tempo si vocifera di una reunion. Ma ora, a chiudere definitivamente le porte alla più remota eventualità del ritorno di Max nella band, ci pensano il chitarrista Andreas Kisser e il bassista Paulo Xisto Pinto Jr.

Stando a quanto detto dai due musicisti, unici superstiti dei grandi successi degli anni Ottanta e Novanta, non c’è nessun contatto con Max per rientrare nella band e, anche se ci fosse, non verrebbe preso in considerazione.

D’altronde, dice Paulo Pinto, “Max ha lasciato la band perché lo voleva lui. La sua motivazione era ‘andate avanti con la vostra vita, lasciatemi in pace: non voglio avere più nulla a che fare con voi. Fate il vostro, io faccio il mio”.

Naturale che, anche a quasi 15 anni di distanza la ferita sia ancora aperta.

Oltretutto, dicono i due musicisti, le proposte di reunion si basavano sull’ingresso di Max nella band che si sarebbe accaparrato il 90% dei soldi.

Insomma, se Max torna, è lui la star e agli altri le briciole della visibilità e del guadagno.

“Sarebbe irrispettoso per la nostra storia e per i nostri fan riunirsi solo per compiacere qualche agente di booking. Loro non devono mostrare la faccia, noi dobbiamo farlo”.

Parole sante.

admin
  • Scrittore e Blogger
Suggerisci una modifica