I plagi delle canzoni del Festival di Sanremo: tutti i video

Non c’è Sanremo senza polemica. Questo Festival in particolare però ha davvero fatto il pieno in fatto di polemiche, pre-durante e post.

Oggi ci occupiamo di uno sport amatissimo dagli appassionati di musica sanremese: la ricerca dei plagi delle canzoni presentate in gara.

Quest’anno dobbiamo dire per dovere di cronaca, non ci sono stati casi eclatanti di brani somiglianti ad altri ma qualcosina di interessante è stata trovata comunque.

Vi presentiamo in questo post alcuni video trovati in rete che mettono a confronto alcuni brani del Festival di Sanremo con altri già editi.

Il primo è quello della discussa coppia Pupo – Principe Filiberto.

Il pezzo Italia Amore Mio, somiglierebbe molto a Strange Love di Little Annie (magari fosse, aggiungeremmo).

Il secondo pezzo accusato di plagio, è quello di Noemi ed è forse tra tutti quello che realmente potrebbe essere accusato di scopiazza mento feroce. Non a casa, l’autore della canzone è anche autore di quella già edita che rivendica la paternità. Per tutta la Vita somiglierebbe ad un brano dello sconosciutissimo Daniele Babbini. Ascoltate e giudicate voi.

Altro brano, quello di Irene Fornaciari: Il Mondo Piange. La somiglianza che è stata notata è con un pezzo di Malika Ayane, anche lei presente al Festival quest’anno. Il pezzo di riferimento è Controvento. In questo caso lo ammettiamo, l’accusa di plagio ci sembra un po’ forzata.

Ultimo brano è quello di Nina Zilli, L’Uomo che Amava le Donne. La somiglianza è con un brano di un’artista a cui Nina Zilli in fin dei conti somiglia molto, Giusy Ferreri.

admin
  • Scrittore e Blogger
Suggerisci una modifica