Beyoncè, Mariah Carey, Lionel Richie: intercettati da Wikileaks

Il “New York Times” ha pubblicato alcuni dati di Wikileaks dai quali viene fuori che alcuni artisti pop americani, tra i quali vi sono Beyoncè, Mariah Carey, Lionel Richie e Usher, siano stati ingaggiati per esibirsi alle feste private organizzate dalla famiglia Gheddafi.

I figli di Gheddafi non si sono preoccupati delle spese, ma hanno solo pensato ad offrire ai proprio ospiti delle serate uniche.

I fratelli Gheddafi hanno tirato fuori cifre da capogiro per assicurarsi le esibizioni delle pop star per la serata del 31 dicembre. Uno dei fratelli aveva organizzato l’esibizione di Beyoncè e Usher per il 31 dicembre 2010, mentre l’altro, in un posto diverso, offriva l’esibizione dei Mariah Carey il 31 dicembre 2009.

Insomma, i figli di Gheddafi si sono preoccupati di garantire un Capodanno indimenticabile ai propri ospiti, finendo così anche loro sulle pagine di Wikileaks.

admin
  • Scrittore e Blogger
Suggerisci una modifica