Youssou N’Dour si candida a Presidente del Senegal: stop ai concerti!



Ricorderete sicuramente che qualche tempo fa l’ex calciatore del Milan George Weah aveva scelto di intraprendere la carriera politica, candidandosi a presidente della Liberia. Venne sonoramente sconfitto, ma questo mi serve a introdurvi la storia di un altro personaggio (questa volta proveniente dal mondo della musica anziché da quello dello sport) che ha deciso di frenare la sua carriera per fare delle scelte importanti in ambito politico.
Si tratta di Youssou N’Dour, che molti conosceranno per la sua canzone Seven Seconds insieme a Neneh Cherry (la sorella di Eagle Eye Cherry di Save Tonight) e per la sua collaborazione con Massimo Di Cataldo nella canzone Anime. Già dal mese di novembre il nostro eroe aveva lasciato intendere che dal 2 gennaio avrebbe fermato i suoi concerti per impegnarsi nella sua discesa in campo politico.
Youssou N’Dour è una vera star nel suo Paese, il Senegal. Nonostante le sue amicizie di fama internazionale (come Sting e il cantante degli U2 Bono Vox) non ha mai lasciato la sua Patria e ora esprime tutto il suo dissapore nei confronti dell’operato dell’attuale presidente Adboulaye Wade. Le elezioni presidenziali si terranno nel mese di febbraio e Youssou N’Dour ha deciso di correre proprio per la carica di presidente del Senegal.
L’attuale presidente Wade sarebbe alla sua terza candidatura e Youssou N’Dour ha detto che si tratta di “un supremo dovere patriottico”. Poi ha continuato: “è vero, non ho ricevuto una istruzione ai più alti livelli, ma la presidenza è una funzione e non un lavoro. Nel corso del tempo ho dimostrato la mia competenza, il mio impegno, il mio rigore e l’efficienza. Ho studiato alla scuola del mondo e viaggiare insegna come insegnano i libri”. In bocca al lupo!