X Factor 6: Frères Chaos eliminati, rissa tra Arisa e Simona Ventura

X Factor 6 Frères Chaos eliminati, rissa tra Arisa e Simona Ventura

Gli eliminati del sesto live show di X Factor sono i Frères Chaos che gareggiavano nella squadra di Arisa. Alla fine però le cose non sono andate come ci si aspettava e si è verificata una discussione che ha coinvolto Arisa, Simona Ventura e i Frères Chaos i quali a loro volta hanno tirato in ballo anche Paola Folli, vocal coach e collaboratrice della Ventura.

Insomma si è creata quella classica situazione che di televisivo ha ben poco, ma che di contribuisce a far alzare l’audience. Rissa a X Factor: oggi non si parla d’altro. Proviamo a capire insieme come siano andate veramente le cose alla fine del sesto live show del talent show musicale di Sky Uno.

I Frères Chaos sono finiti al televoto con Davide della squadra di Simona Ventura. Il giudice Elio ha deciso di ricorrere al tilt e quindi è stato il pubblico a scegliere chi eliminare. Per i Frères Chaos le cose sono andate male ed in seguito alla loro eliminazione sono andati ad abbracciare Morgan. Poco dopo durante l’Xtra Factor con Max Novaresi e Brenda Lodigiani Arisa, dopo essersela presa prima con Elio, ha avuto uno scontro con la collega Simona Ventura.

Arisa infatti ha rivelato: “Quando si arriva al tilt, Simona Ventura e i suoi ragazzi sono stranamente sorridenti. C’è qualcosa che non va, ci sono voti che tornano indietro e c’è gente che può testimoniarlo”. Uno dei componenti dei Frères Chaos invece coinvolge nella discussione anche Paola Folli: “Paola Folli, vocal coach under uomini non dimenticare i fogli in sala nera, perché poi altrimenti i Fréres Chaos li leggono”. A questo punto la Ventura dice ai ragazzi di essere presuntuosi.

Si è rivelato necessario l’intervento del direttore artistico Luca Tommasini che ha dovuto spiegare: “I vocal coach scrivono delle note per suggerire ai giudici quelle che sono le loro impressioni. Per cui il giorno dopo si incontrano e decidono quello che può essere detto o meno. Non avete scoperto niente di nuovo”.