Virginio Simonelli La Dipendenza: il nuovo singolo!

virginio simonelli ovunque

Torniamo a parlare degli ex concorrenti del talent show di Canale 5 Amici di Maria De Filippi. Stavolta è il turno di Virginio Simonelli, interprete che costituisce una promessa per la musica italiana e che può contare su un bel manipolo di fan che lo seguono dai tempi della sua partecipazione alla trasmissione.

Sicuramente avrete avuto modo di ascoltare, in rotazione radiofonica, il nuovo singolo di Virginio Simonelli La Dipendenza. La canzone è stata scritta da Niccolò Agliardi e prodotta da Simone Bertolotti ed è l’ultimo singolo estratto dalla nuova fatica discografica in studio di Virginio Simonelli, intitolata Ovunque e arrivata nei negozi e negli store digitali con il marchio Universal Music.

Qui sotto potete ascoltare il nuovo singolo di Virginio Simonelli La Dipendenza, cliccando sul tasto play del video YouTube. Come potete notare con le vostre orecchie, si tratta di un brano dalle nemmeno troppo nascoste venature rock, con un ritornello fatto di belle parole e dalla melodia non scontata. Il che, ammettiamolo, è apprezzabile nel marasma del pop italiano che tenta di fare classifica e risulta un po’ stantio.

“La cosa che sento quando suono La Dipendenza – ha detto Virginio Simonelli in una recente intervista – è l’esatto opposto. Indipendenza. Affermare la propria identità e farlo con la testa libera, che ogni tanto tuffarsi fa stare bene. D’altronde la leggerezza è il contrario della superficialità. Calvino docet”.

Vi lascio all’ascolto del nuovo brano di Virginio Simonelli La Dipendenza, con annesso il testo da cantare liberamente.

www.youtube.com/watch?v=82IZzWkbLD0

Mi tufferò come vuoi tu
nel futuro che è arrivato
perché alla peggio si riderà
o diventerà passato.
Così mi sporco e mi fido di nuovo
dei miei quattro pensieri normali,
tu li hai presi per buoni all’inizio
io ho provato a cercarne migliori.
Mentre un raggio di sole mi taglia la faccia un mio amico fa il tifo per te
Tu mi rubi una frase e io allargo le braccia e rimane un favore, soltanto un favore
che puoi fare per me.

Portami dov’è l’amore
senza dipendenza.
Toccami dov’è il piacere
senza dipendenza.
Il pericolo non c’è ,
il pericolo non è
non dormire se non dormi
ma inseguirti per salvarmi.

Allora tutto scivolerà
lasciando i giorni buoni,
come la pioggia ad agosto, grassa e pesante
sparisce nei tombini.
Ora allunga le mani in avanti
e poi muovi due passi da me
per vedermi per quello che sono
e non come una parte di te.
Che io possa godere di un solo momento di quel soffio di felicità
del tuo bacio sugli occhi senza stare a contare
quanto tempo ci sta,
quanto tempo ci sta.

Portami dov’è l’amore
senza dipendenza
e toccami dov’è il piacere
senza la decenza.
Il pericolo non c’è ,
il pericolo non è
non dormire se non dormi
ma inseguirti per salvarmi.

E toccami dov’è l’amore
e portami dov’è il piacere.
Il pericolo non c’è ,
il pericolo non è
non dormire se non dormi
ma inseguirti per salvarmi.

E’ per questo che spengo la luce
sulle quattro battute finali.
E’ più forte la spinta d’amore
o il timore di essere soli?