Vasco Rossi: i suoi progetti su Facebook





Vasco Rossi continua a postare su Facebook. La notizia non sorprende. Anzi provate a porvi una domanda: negli anni in cui Facebook va alla grande, perché proprio Vasco Rossi non dovrebbe aggiornare il suo profilo come gli pare? Tutti sappiamo che un post qualsiasi di Vasco riceve minimo 2000 commenti e questo non ci sorprende. Nell’ultimo periodo il rocker sta avendo un’intensa attività sul social network: messaggi, videoclip, stralci d’interviste saltano fuori quasi ogni giorno. Cosa c’è di strano in tutto questo? Niente.

Sulla vostra pagina Facebook non postate di continuo messaggi, video o link quasi tutti i giorni? Nella maggior parte dei casi la risposta sarebbe un si secco, quindi vi chiedo perché se lo facciamo tutti noi è una cosa normale e se lo fa Vasco diventa un evento straordinario?

Ovviamente Vasco pubblica contenuti diversi da tutti noi. Attraverso le note pubblicate sulla sua pagina, il rocker ha annunciato l’uscita di un nuovo brano che ha scritto dopo l’uscita del disco. Il titolo dell’inedito è I Soliti e farà parte del docufilm Questa Storia Qua che verrà presentato al Festival Del Cinema di Venezia del 2011. Poi vi è un video in cui Vasco recita una poesia scritta dal figlio Luca dal titolo L’Ape Regina. Insieme a Gaetano Curreri il cantautore ha scritto un nuovo brano per Fiorella Mannoia dal titolo La Luna che dovrebbe far parte del nuovo album in uscita a gennaio 2012.
Vasco Rossi è alle prese con la drammaturgia dello spettacolo di danza classica L’Altra Metà del Cielo, ovvero un balletto con 13 canzoni del cantautore prodotto da La Scala. La Prima del balletto è in programma per il 31 marzo 2012.

Per giugno 2012 è in programma, invece, un concerto che segnerà la nuova strada intrapresa dal rocker: le canzoni sperimenteranno nuovi modi espressivi grazie anche alle possibilità che le nuove tecnologie offrono. Proprio al riguardo di queste e di Facebook Vasco Rossi nella sua nota scrive:
“Oggi la fruizione della musica è diventata fluida e prevede l’uso di internet e (ahimè) di quel FaceBook , tanto vituperato e criticato da nostalgici e antiquati conservatori. Continuano ad invitarmi a smettere di usarlo. Arrivano addirittura a interpretare l’uso che ne faccio come segno di un mio malessere , una crisi o una mia perdita di senno. Capisco che a molti dia fastidio che il potere di comunicazione prima riservato solo a loro adesso ce l’abbia anch’io. Ma ai miei fans fa piacere questa mia presenza sul web. E a me, sinceramente, interessano solo loro”.