Vasco Rossi biografia

Vasco_1989

La storia di Vasco Rossi. Prima parte

Oggi il nostro spazio dedicato alle proposte e alle schede dei cantanti e gruppi nazionali e internazionali, avrà il nome proprio del grande cantautore generazionale che ha fatto sognare il mondo: Vasco Rossi o Blasco

Vasco_rossi

Vasco Rossi Biografia

Vasco nasce a Zolla, un paesino dell’appennino tosco-emiliano il 7 febbraio del 1952 da mamma casalinga appassionata di musica e papà camionista.

Proprio la passione della mamma per la musica, porterà il piccolo Vasco a respirare sin da subito l’aria delle lezioni di canto e della musica in genere.

Ottenuta la licenza media Vasco Rossi viene spedito in istituto. Iniziano i primi problemi caratteriali del giovane, in una Bologna tra l’altro a quei tempi intrisa di lotta studentesca.

Attratto dal teatro il giovane Vasco vorrebbe frequentare l’università e iscriversi al DAMS ma la contrarietà del padre, lo spedisce a frequentare Economia e Commercio, per poi abbandonare anche questa facoltà e iscriversi a Pedagogia.

La situazione politica di Bologna e la lotta studentesca è in quegli anni in fermento e Vasco Rossi si iscrive al Manifesto pur restando sostanzialmente ai margini della lotta politica.

Vasco_1989

Esordio di Vasco Rossi

L’anno dell’esordio musicale di Vasco Rossi è fissato nel 1977, spinto da uno dei suoi grandi amici, Gaetano Curreri (leader degli Stadio).

Il 45 di esordio di esordio di Vasco Rossi è Jenny/Silvia contenente la meravigliosa Jenny è Pazza.

L’album esce invece l’anno successivo con il titolo: Ma cosa vuoi che sia una canzone, album che sarà venduto prettamente in Emilia Romagna.

Il 1979 è l’ora dell’album Non siamo mica gli Americani. Questo fu un album importante per Vasco Rossi anche se non immediatamente apprezzato.

Non siamo mica gli Americani è infatti il disco che contiene un successo enorme: Albachiara, celebrata recentemente anche da un film dove attore protagonista è proprio il figlio di Vasco Rossi (Davide).

Il film Albakiara ha avuto successo tra le generazioni più piccole ma personalmente è un film che poco ci ha entusiasmato. Con tutto il rispetto naturalmente per il lavoro che c’è stato dietro al film Albakiara.

Il successo di Albachiara traina Vasco Rossi direttamente in televisione, ospite a 10Hertz, programma condotto da Gianni Morandi. IN questa occasione Vasco si esibirà con La Strega.

Il terzo album di Vasco Rossi è Colpa D’Alfredo, uscito nel 1980 e anche qui, poco apprezzato dalla critica discografica di quegli anni. Fu tra l’altro censurato il singolo che da il nome all’album, ritenuto offensivo, e naturalmente la promozione del disco andò a farsi friggere.

Vasco-in-carcere

Successo di Vasco Rossi

Ma quand’è che arriva il successo di Vasco Rossi?

Con il quarto album: Siamo Solo Noi. Con la quale abbiamo aperto. Siamo nel 1981 e Siamo Solo Noi diventerà un inno generazionale di grande portata.

Vasco Rossi al Festival di San Remo

Il 1982 è per Vasco l’anno del Festival di  Sanremo, cosa che ha fatto un po’ storcere il naso ai fan dell’artista… come si sa infatti, il Festival di Sanremo è sempre visto con un po’ di sospetto.

Parteciperà comunque al festival con Vado al Massimo canzone in cui è in forte polemica con il giornalista Nantas Salvalaggio, reo di averlo apostrofato come drogato ribelle e di cattivo esempio per le generazioni.

Alla partecipazione al Festival di Sanremo con Vado al Massimo, segue il disco omonimo.

L’anno successivo è tempo di Vita spericolata. Portata anche questa al Festival. Vita spericolata diventa di diritto una delle canzoni più suonate, coverizzate e amate dell’intero repertorio musicale italiano. A Vita Spericolata segue l’uscita dell’album Bollicine.

E’ proprio il sesto Album Bollicine a sancire definitivamente il successo del Blasco. Successo che si confermerà con la vittoria del Festivalbar ’83.

Il 1984 è l’anno della prima raccolta live: Va bene, va bene cosi. La raccolta live resterà in classifica 33 settimane.

Per ora ci fermiamo qui. A dopo per la seconda parte della Vasco-Story!