Toni Braxton, dalle stelle alla bancarotta



Chi di noi non ha almeno una volta ascoltato nei momenti tragici che seguono la fine di una storia d’amore, quell’Unbreak My Heart di struggente memoria?
A cantarla era una donna, all’epoca giovanissima, di nome Toni Braxton. Ve la ricordate? Non deludeteci!
Ad ogni modo siamo partiti da questa considerazione per arrivare a dirvi che, non sempre il successo di un brano o di un album, riescono a far salire sull’Olimpo della Musica e dello show-business più in generale, l’autore o l’artista del momento.
Non vi abbiamo detto di certo una novità… Basti pensare a tutti i precari-nuovi-talenti della musica italiana per renderci conto di quanto un tormentone non trasforma in oro tutto ciò che tocca. Quando questo capita però ad una signora che nella sua carriera musicale è riuscita a piazzare ben 6 Grammy Awards e venduto oltre 40 milioni di dischi in tutto il mondo, il fatto assume tutto un altro volto.
Salita alla ribalta negli anni ’90, grazie all’album di debutto bissato dallo straordinario successo di Secret, Toni Braxotn è stata per molto tempo capace di rendere la vita difficile a ben più acclamate colleghe che si sono riprese però la scena immediatamente dopo.

Gli anni 2000 infatti per la Braxton, complici due album che vanno malissimo, sono da cancellare e iniziano i guai.
Attualmente infatti la cantante avrebbe circa 50 miliardi di debiti e per evitare ulteriori sanzioni ha definitivamente dichiarato bancarotta, affidandosi all’articolo 7. L’artista ha contratto debiti tra California e Nevada: 396mila sono quelli che deve al fisco, tutti gli altri invece sono ben equamente divisi tra ospedali che hanno curaot i suoi problemi caridaci, aziende telefoniche, hotel, American Express e chi più ne ha più ne metta.
Insomma, davvero un bel problema per un’artista che in passato stava riuscendo nell’impresa di diventare la nuova regina del Soul.
Di seguito il brano che l’ha resa famosa: Unbreak My Heart