Storia di Vasco Rossi

Vasco_Rossi-concerto

La storia di Vasco Rossi. Parte seconda.

Seconda parte della Vasco-Story : ci eravamo fermati al 1985 con prima parte della biografia e discografia di Vasco Rossi, anno di uscita dell’album Cosa succede in Città, considerato dai critici discografici, l’album della rinascita di Vasco Rossi in seguito alle vicissitudini giudiziarie. Cosa succede in Città è considerato un album tecnicamente molto valido ma poco incisivo per quel che riguarda i testi.

Migliore album di Vasco Rossi

Il 1987 dopo due anni di assenza (Vasco è divenuto nel frattempo padre per la prima volta), esce l’album C’è chi dice No.

Questo è l’album invece considerato dai critici discografici, il capolavoro di Vasco Rossi.

Questa la tracklist dell’album C’è chi dice No

  1. Vivere una favola
  2. C’è chi dice no
  3. Ridere di te
  4. Blasco Rossi
  5. Brava Giulia
  6. Ciao
  7. Non mi va
  8. Lunedì

Otto tracce di potenziali singoli messi tutti a segno.

Vasco_Delle_Alpi

Concerti negli stadi di Vasco Rossi

Il 1989 è invece l’anno di Liberi Liberi e inizia per il Blasco, l’era dei concerti negli stadi.

E’ del 1990 infatti il disco live Fronte del Palco.

Sono questi come già detto gli anni dei concerti negli stadi (Roma-Flaminio e Milano-San Siro) e Vasco Rossi sale alle luci della ribalta come l’artista dotato del più ampio numero di fan in circolazione.

1993: esce l’album intitolato Gli Spari sopra (da cui è tratta la canzone Delusa liberamente ispirata ad un programma tv all’epoca molto in voga: Non è la Rai di Gianni Boncompagni).

Del 1994 è invece la splendida Senza Parole.

Il 1995 è ancora l’anno dei concerti negli stadi, Vasco Rossi torna infatti a San Siro con un doppio evento live dedicato alla guerra nell’allora Jugoslavia.

E’ del 1996 invece la canzone Angeli, il cui video fu diretto da Roman Polanski e inserita nell’album Nessun pericolo… per te. 1997 è invece l’anno di Rock, una raccolta.

Vasco Rossi cantautore

Vasco ha scritto però non solo per se stesso. Sono infatti questi gli anni del testi scritti per Patty Pravo (E dimmi che non vuoi morire e Una Donna da Sognare) e per gli Stadio (Lo Zaino). Scriverà ancora per altri autori successivamente.

Nel 1998 vince il suo secondo Festivalbar dopo quello dell’83 con la canzone Io no. E Vasco parteciperà all’Heineken Jammin’ Festival di quell’anno ad Imola. La serata dell’Heinejen Jammin’ Festival fu ripresa e inserita nel video della canzone Rewind.

Il 1999 è l’anno di La fine del Millennio e di nuove canzoni scritte per altri autori come ad esempio La tua ragazza sempre portata al Festival di Sanremo da Irene Grandi.

Il 2001 esce l’album Stupido Hotel e arriva il terzo Festivalbar vinto con la canzone Ti prendo e ti porto via.

Ancora raccolta live nel 2002, targata Emi e un nuovo album nel 2004 registrato tra Bologna e Los Angeles: Buoni o cattivi.

Durante questi anni Vasco annuncia di non cedere più i diritti delle sue canzoni a fini di utilizzo per gli spot pubblicitari e sostiene in campagna elettorale 2009, il partito la Rosa nel Pugno.

Vasco_Rossi-concerto

Dischi scaricabili dal web

Il 2007 è l’anno di Basta poco. Disco mai messo in vendita nei negozi di musica ma scaricabile dal web. Il brano Basta poco è stato poi inserito, rimasterizzato in un mini CD dal titolo Vasco Extended Play.

Il nuovo album di Vasco Rossi è datato 2008: Il mondo che vorrei. E con questo siamo a 21.

Durante questo anno Vasco Rossi torna ad esibirsi all’Heineken Jammin’ Festival e viene nominato tra le altre cose cittadino onorario della città di Genova.

Per non smentire la vena artistica da stadio del Blasco, nel 2009 esce Il Mondo che vorrei Live, primo concerto rock ad essere interamente registrato con tecnologia Blu-Ray (la tecnologia Blu-Ray è sinonimo di alta definizione).

Sempre durante questo ultimo anno, Vasco Rossi, partecipa con un concerto evento, alla serata del Primo Maggio a Roma, aprendo cosi di fatto le date del suo nuovo tour.