Sonisphere Festival 2012: Iron Maiden, Foo Fighters, Van Halen e tanti altri

van-halen-2011

Siamo ancora nel pieno dell’inverno, ma noi di Musica10 non esitiamo a fornirvi anticipazioni e delucidazioni riguardo il primo vociare sui festival che andranno a colmare le nostre serate estive di amanti della musica. Per la precisione oggi vi parlo dell’edizione 2012 del Sonisphere Festival, kermesse di musica dura che nel 2011 ha portato in Italia moltissimi nomi noti come, tra gli altri, gli Slipknot.

Recentemente in Inghilterra l’emittente televisiva Scuzz ha trasmesso uno speciale sul Sonisphere 2012 passando in rassegna alcuni gruppi e anticipando che uno di essei sarà necessariamente headliner durante la prossima edizione della manifestazione. Naturalmente anche quest’anno non potevano mancare nomi altisonanti, in grado di rendere il Sonisphere Festival 2012 un appuntamento davvero imperdibile se si è alla ricerca di bei concerti da vedere.

I gruppi citati nella trasmissione della televisione britannica Scuzz sono i Van Halen, i Tool di Maynard James Keenan e del sempre ottimo drummer Danny Carey (uno dei migliori attualmente) e i Rage Against The Machine di nuovo insieme dopo le varie parentesi seguite allo scioglimento. Assieme a queste band ci sono anche i Paramore che sembrano aver risolto i problemi di line up, i sempreverdi Rush, gli Avenged Sevenfold, i Kiss, gli Iron Maiden e i Blink 182. Ma, soprattutto, uno dei gruppi passati in rassegna durante la trasmissione sono i Foo Fighters di Dave Grohl, band che lo scorso anno è stata capace di sfornare, a mio avviso, quello che none sito a definire uno dei migliori album rock degli ultimi anni.

Da attenti osservatori possiamo cominciare ad ipotizzare quale sarà il gruppo headliner del Sonisphere Festival 2012. C’è chi dice che potrebbero essere i Van Halen in quanto freschi di reunion e di nuovo album (A Different Kind Of Truth che arriverà fra un mesetto). Anche gli Iron Maiden, però, potrebbero concorrere per il posto da headliner.

C’è da dire che alcuni di questi nomi rendono il Sonisphere Festival (che, lo ricordiamo, anche quest’anno toccherà vari Paesi) un po’ meno “giovane” rispetto alla scorsa edizione. A buon intenditor…