Robert Louis Stevenson dal jazz all’heavy metal

robert stevenson l'isola del tesoro

Il 13 novembre del 1850 nasceva a Edimburgo il padre dei romanzi di avventura, lo scrittore scozzese Robert Louis Stevenson.

Autore di opere come Lo Strano Caso Del Dottor Jekyll E Del Signor Hyde, L’Isola Del Tesoro e La Freccia Nera, Stevenson è conosciuto in tutto il mondo grazie alle avventure partorite dalla sua mente e ancora oggi edite come best sellers di stampo internazionale.

La sua prolificità narrativa è stata ampliamente saccheggiata dal cinema e dalla televisione, ma anche la musica, nel contesto dell’industria culturale, si è lasciata affascinare dai mondi creati da Robert Louis Stevenson.

Che si tratti di pirati in cerca di un leggendario tesoro o di medici psicopatici che assumono pozioni che scinde le loro identità, le loro storie hanno un appeal al quale le note e le parole musicali hanno fatto riferimento per concedersi omaggi o dannazioni a suon di rock, jazz, pop e beat composition.

Negli anni ’30, ad esempio, uno dei pionieri del Jazz Thomas Francis Dorsey Jr., per tutti Tommy Dorsey, rese omaggio a L’Isola Del Tesoro di Stevenson con il brano On Treasure Island che fu trasmesso in radio a livello nazionale ottenendo un successo “orecchiabile” in ogni angolo degli States.

La storia del dr. Jekyll e di mr. Hyde invece s’è prestata a pianoforti e chitarre di varie bande internazionali, dagli italiani Equipe 84 (il titolo del loro sesto album era proprio Dr. Jekyll e Mr. Hyde, anno 1973) al più recente Jekyll And Hyde del gruppo heavy metal Iced Earth.

Chi invece ricorda la mini serie tv La Freccia Nera (2006, con Riccardo Scamarcio tra i protagonisti), potrà andarsi a ripescare le bellissime musiche di Stefano Caprioli, anche se il primo sceneggiato tratto dall’omonimo romanzo di Robert Louis Stevenson del 1968 conteneva la canzone inedita, intitolata proprio La Freccia Nera, cantata da Leonardo Marino per la musica di Riz Ortolani.