Radiohead: concerti rinviati a settembre, la delusione dei fan

Radiohead concerti rinviati a settembre, la delusione dei fan

I Concerti dei Radiohead sono stati rinviati a settembre. La band di Thom Yorke avrebbe inaugurato il prossimo 30 giugno a Roma la prima delle quattro date italiane. In seguito al crollo del palco di Toronto, la notizia di una variazione al tour dei Radiohead era già nell’aria.

Lo scorso 16 giugno a Toronto è crollato il palco dei Radiohead un’ora prima dell’apertura dei cancelli provocando la morte di Scott Johnson, un membro dello staff della band, mentre altri tre operai sono rimasti feriti. A Toronto poteva esserci una tragedia perché se il palco fosse crollato dopo l’apertura dei cancelli o durante il concerto vi sarebbe stata una strage.

Il governo canadese ha ovviamente aperto un’inchiesta per il crollo del palco dei Radiohead. Tra gli indagati vi è la società Ticker Tape Touring, che fa capo al gruppo inglese.

La voce dello slittamento delle prime date del tour dei Radiohead era nell’aria già da tempo, soprattutto tra gli addetti ai lavori. Si aspettava solo l’annuncio ufficiale della band arrivato poi lo scorso 21 giugno.

I Radiohead hanno annunciato lo slittamento di sette date, tra le quali vi sono le quattro in Italia, con una lettera pubblicata sul proprio sito ufficiale. Al dolore per la perdita di un proprio collaboratore, si sono aggiunti anche dei problemi pratici che hanno costretto la band a rinviare alcune date. Il crollo del palco, infatti, ha danneggiato l’impianto luci dello spettacolo e una parte della loro strumentazione.

In Italia i Radiohead avrebbero dovuto esibirsi il 30 giugno a Roma, il 1° luglio a Firenze, il 3 a Bologna e il 4 a Codroipo (Ud). L’annuncio dello slittamento delle date ha però deluso molti fan.

Prima ancora dell’annuncio ufficiale sui social network i fan italiani dei Radiohead hanno manifestato la propria delusione, soprattutto coloro che hanno già prenotato il volo, il treno e l’albergo.

A questi però bisogna aggiungere coloro che hanno già chiesto le ferie e a coloro che non riceveranno alcun rimborso dai biglietti presi in offerta per viaggiare senza spendere troppo. Non dimentichiamo che ci sono anche coloro che molto probabilmente a settembre non riusciranno a vedere i Radiohead live per motivi diversi. C’è quindi comprensione per l’incidente di Toronto, ma anche delusione per lo slittamento per le date.

Intanto cresce l’attesa per il 27 giugno, giorno in cui la band annuncerà le date di recupero.