Potere della censura: Scissor Sisters, tagliati fuori da Facebook

scissor sisters - night work

Che su Facebook dominasse la censura di certo ce ne eravamo accorti da tempo, ma nessuno avrebbe mai pensato che anche tematiche musicali potessero subire il potere di essere condannate in quanto non accettabili.

E’ proprio quello che è accaduto, invece, alla cover del nuovo album degli Scissor Sisters Night Work, per cui la divisione italiana della Universal aveva ben pensato di attuare una promozione acquistando alcune campagne pubblicitarie da diffondere sul social network.

Il risultato? Il fondoschiena utilizzato per l’immagine scelta è stato considerato inappropriato ed eccessivamente esplicito.

Nel frattempo sul resto del Facebook si sprecano gruppi offensivi che inneggiano al razzismo e all’omofobia, ma questo sembra non disturbare la censura del social network… quando invece si tratta di un pizzico di provocazione artistica, tra l’altro realizzata da un fotografo di non poco conto (Robert Mappelthorpe – autore di immagini per Patti Smith, Arnold Schwarzenegger, William Burroughs, Susan Sontag, Carolina Herrera, Louise Bourgeois e Cindy Sherman) allora la censura scatta immediatamente.

Ma date un’occhiata qui sotto e guardate la fotografia incriminata… che ne pensate? La ritenete eccessiva o talmente inappropriata da essere eliminata dalla rete? Fateci sapere le vostre opinioni…

 

4 Commenti

  • e tu che censuri i commenti? ne vogliamo parlare?
    ahahahah parli di censura di facebook e sei il primo a censuare anche i commenti… che ridere

  • Chi censura i commenti, Mirko? Semplicemente ci si deve dare il tempo di leggerli e pubblicarli… qui nessuno censura niente… anzi, ci accusano del contrario, pensa un pò.