Pompei Crolli: l’appello di Gigi D’Alessio

IMG_3517

Il prossimo martedì Gigi D’Alessio sarà sul palco del Palapartenope di Napoli per la tranche italiana del suo Ora Live Tour. Come sicuramente sapete il tour di Gigi D’Alessio è partito ieri, venerdì 20 marzo, da Roma e naturalmente non poteva non passare per il capoluogo campano.

Ma Gigi è uno che tiene molto alla sua terra e non la dimentica, come non l’ha mai dimenticata, nemmeno con il successo. E a lui, come ad ogni artista, sta a cuore la cura della sua città, dei luoghi che la rendono famosa in ogni angolo del mondo. Gigi sa anche che lui più di tanti altri è capace di far sentire la sua voce, proprio per il successo che ha raggiunto. E naturalmente non poteva non fare la sua personale denuncia.

“Martedì dal palco del Palapartenope – ha detto Gigi D’Alessio – lancerò un appello per Pompei e per la Terra dei Fuochi. Sento il dovere di farlo”. Insomma, nel luogo dove ha debuttato vent’anni fa per il suo primo vero concerto, Gigi D’Alessio si rivolgerà direttamente al governo e alle istituzioni di questo Paese. “Vorrei accendere un sole, più che un riflettore, sul fatto che non possiamo né lasciar degradare Pompei, che tutto il mondo ci ammira, né voltarci dall’altra parte rispetto alle persone che muoiono nella Terra dei Fuochi. E spero che il nuovo premier possa segnare una svolta concreta anche lì”.

Insomma, Gigi D’Alessio si augura che la sua voce possa arrivare laddove quella della gente comune non arriva. Perché non è possibile lasciare che quel gioiello di Pompei crolli pezzo dopo pezzo, così come non si può lasciar morire la gente nella Terra dei Fuochi, dove per anni i rifiuti hanno contaminato terra e acqua. E persone.

IMG_3517