One Direction: scoppia la polemica per il nome rubato!





Sulle pagine di Musica10 vi avevamo già parlato dei One Direction, teen pop band nata sul piccolo schermo e divenuta famosa grazie alla partecipazione al talent show inglese X-Factor Uk. Evidentemente i ragazzi, ma anche il loro management, hannno scelto un nome senza calcolare il fatto che dall’altra parte dell’Oceano esisteva già una band con quel nome.

Ricordiamo che questi giovani cantanti (che rispondono ai nomi di Niall Horan, Liam Payne, Zayn Malik, Harry Styles e Luois Tomlinson) erano arrivati a X-Factor Uk come solisti, ma i giudici della trasmissione li avevano convinti ad unirsi in una boy band chiamandola One Direction.
Proprio così. Gli originali One Direction sono americani e in questi giorni si sono mossi per vie legali chiedendo ai loro omonimi britannici e copioni un risarcimento pari alla somma di 1 milione di dollari. Il manager della band americana ha chiesto un immediato cambiamento di nome prima dell’inizio del tour americano dei One Direction britannici.
“Non mi interessa quanto sia potente Simon Cowell – ha detto il manager americano (Simon Cowell è giudice di X-Factor e noto discografico) – di certo non ci faremo mettere i piedi in testa. Abbiamo i diritti, abbiamo talento e tanta passione. I sogni dei miei ragazzi e della band sono altrettanto importanti quanto quelli del gruppo di Cowell”.
Insomma, i One Direction originali sono abbastanza convinti di proseguire per la via legale intrapresa. A meno che Cowell non li zittisca con una cifra superiore a quanto hanno chiesto. A quel punto io, fossi in loro, ci penserei un attimino.
E i One Direction inglesi come hanno preso la cosa? Sembrano non curarsene affatto e continuano a vivere quella vita da star invidiata da tutti, fatta di yacht, feste, automobili lussiose e ragazzine in piena crisi ormonale. Beati loro.