Oasis: Liam Gallagher spera nel ritorno della band

liam

Quando gli Oasis si sciolsero ponendo fine ad una delle più belle avventure musicali di sempre, sembrava che le ferite fossero lungi dal potersi cicatrizzare. Sembra insomma che gli Oasis sarebbero stati sepolti nei ricordi. E invece, anche dopo gli screzi degli ultimi tempi, pare che proprio quelle ferite stiano per guarire.

A dirlo è stato proprio Liam Gallagher, che dopo la fine degli Oasis ha dato vita al suo nuovo progetto, i Beady Eye. John Dingwall ha intervistato proprio Liam Gallagher sul Daily Record e lo ha fatto in vista della data dei Beady Eye a Glasgow. Nell’intervista vediamo un Liam senza freni, a ruota libera, che salta da un argomento all’altro, dice tutto e non dice niente.

Eppure ha fornito delle dichiarazioni interessanti, parlando dello scioglimento degli Oasis e su una eventuale e sinora insperata reunion. “Quello che gli Stone Roses dissero sul non riformarsi mai è quello che si dice quando le ferite sono ancora aperte. È quello che Noel ha detto e quello che ho detto io sugli Oasis. Sono le cose che si dicono quando si è incazzati con qualcuno. Ma si può anche cambiare idea”.

E ha poi continuato: “non ci sto più così male. Sono incazzato, certo, ma mi sta passando, quindi potrebbe succedere di tutto”. Quel “di tutto” si riferisce ad una reunion degli Oasis? “Sì, potremmo tornare insieme, anche se col ragazzo è dal 2009 che non ci parlo quindi ci vorrà del tempo”.

Ha poi chiuso dicendo che Noel Gallagher è un figo al di fuori della band, ma come fratelli all’interno dello stesso gruppo i due proprio non riescono ad andare d’accordo. “Lui è circondato da idioti – ha detto Liam sul fratello – Io no. Lui rimarrà sempre ad abitare a Idiotopoli, a meno che non si disfi di un po’ di buffoni. Ma passerà”.

Insomma, davvero le ferite tra Liam e Noel stanno guarendo? Davvero tra qualche tempo potremo rivedere gli Oasis insieme? È quello che speriamo tutti, no?

liam