Muse: nuovo album tra un paio d’anni, ma in estate arrivano in Italia

muse

La loro ultima fatica discografica è arrivata, dopo un iniziale rinvio, ad ottobre dello scorso anno, sconvolgendo di fatto le classifiche di mezzo mondo. Sto naturalmente parlando dei Muse, band capitanata dal geniale Matthew Bellamy che dopo aver regalato alle Olimpiadi di Londra 2012 la colonna sonora (il singolo era Survivor) ha rilasciato l’ultimo disco The 2nd Law.

In vista della loro prossima performance prevista per il 20 febbraio all’Arena 02 di Londra in occasione dei Brit Awards, i Muse cominciano a parlare del loro futuro e lo fanno esponendo progetti a lungo termine. Il disco The 2nd Law è arrivato da poco e ancora staziona nelle classifiche internazionali, ma a quanto pare Matthew Bellamy e soci già hanno in mente cosa fare nell’arco dei prossimi due anni.

Recentemente intervistato da Billboard il bassista dei Muse Dominic Howard ha detto: “Io e Matt abbiamo appena iniziato a parlare, a grandi linee, di quello che faremo, come lo faremo e di cosa avviamo bisogno di pensare quando ci metteremo a farlo: non ci siamo messi a parlare di idee musicali, più che altro dell’approccio alla cosa e di quando farla. Nel frattempo abbiamo appena iniziato il tour, saremo on the road per 14 mesi, quindi prima di tutto c’è una gran massa di concerti”.

“Tendenzialmente – continua il bassista dei Muse Dominic Howard parlando dei progetti futuri della band – ci piace terminare e promuovere un album con i concerti, non iniziare un nuovo album mentre si è ancora on the road. Ci piace finire un capitolo e poi ricominciare daccapo, quindi probabilmente ci vorranno un paio d’anni. Comunque è una cosa alla quale pensiamo”.

Insomma, in vista dei lunghi mesi tournée in giro per il mondo i Muse non hanno alcuna intenzione di mettersi al lavoro per un nuovo disco. Prima il tour, poi il disco. L’importante, però, è che già ci stiano pensando. Sbaglio? Intanto vi ricordo che la prossima estate i Muse saranno protagonisti di tre live in Italia il 28 e 29 giugno allo Stadio Olimpico di Torino e il 6 luglio allo Stadio Olimpico di Roma.

muse