Mike Portnoy: con gli Avenged Sevenfold fino alla fine del tour



Dopo aver detto addio ai suoi storici Dream Theater (che non lo divertivano più), Mike Portnoy ha deciso di continuare la sua avventura con gli Avenged Sevenfold.
Almeno fino alla fine del tour di supporto all’ultimo album della band (Nightmare), uscito dopo la prematura morte di The Rev , l’ex batterista molto devoto allo stesso Portnoy.
La relazione con gli Avenged Sevenfold è iniziata come tributo a Jimmy, dovevo semplicemente fare la sua parte. Ma poi, come risultato della grande intesa nata sia musicalmente che personalmente c’è stato il continuare on the road assieme a loro”.
Insomma Mike Portnoy si diverte un mondo con gli Avenged Sevenfold. Forse gli sembrerà di ritornare agli albori della sua carriera musicale, quando riusciva anccora ad emozionarsi davanti alle folle oceaniche che riempivano gli stadi.
“Sebbene io non sia un membro ufficiale, sono assolutamente parte della presentazione on stage e della chimica di gruppo. Non vogliono che semplicemente mi sieda sullo sfondo per suonare la batteria; voglio dire, vogliono che io sia me stesso”.
Quindi Mike ha superato il primo timore reverenziale trovandosi a sedere sul trono di uno di quei batteristi considerato fra i più promettenti della nuova ondata metal di ultima generazione.
Ora Mike Portnoy è uno della band e gli Avenged Sevenfold contineranno la loro avventura con lui.
Almeno per il tour. Poi si vedrà.