Lucio Dalla: a Bologna in migliaia al funerale, l’abbraccio di Piazza Grande

Lucio Dalla a Bologna  in migliaia al funerale l’abbraccio di Piazza Grande

Si è concluso da pochi minuti il funerale di Lucio Dalla. Nella Basilica di San Petronio vi erano i colleghi di Lucio e le persone comuni. Hanno preso parte al rito funebre oltre a Marco Alemanno e l’amico di una vita, Ron, anche Gianni Morandi, Roberto Vecchioni Jovanotti, Eros Ramazzotti, Samuele Bersani, Nek, Gigi D’Alessio, Renzo Arbore, Ligabue, Gaetano Curreri, Amedeo Minghi, Biagio Antonacci, Renato Zero, Roberto Baggio, Ornella Vanoni, Cesare Cremonini, i Pooh e tanti altri. Il feretro di Lucio Dalla ha lasciato la Basilica tra gli applausi ed è stato accolto da un altro applauso di tutti coloro che l’aspettavano nella sua Piazza Grande.

Alcuni istanti di silenzio e poi l’auto con il feretro di Lucio Dalla ha lasciato Piazza Maggiore, tra gli applausi, alla volta della Certosa dove il cantautore verrà tumulato accanto la tomba della madre.

Pochi minuti dopo le 14:00 il feretro di Lucio Dalla ha attraversato la sua Piazza Grande portato a spalla. Un lungo applauso ha accompagnato l’ultima passeggiata di Lucio Dalla da Palazzo D’Accursio alla Basilica di San Petronio. La stessa Basilica dove una settimana fa Lucio Dalla si era recato per la Messa della domenica.

Durante l’attesa le note della musica del cantautore sono state il sottofondo di Piazza Maggiore. Il rito funebre è iniziato in orario, alle 14:30. Una Basilica molto grande ha accolto Lucio, ma allo stesso tempo sembra essere molto piccola per accogliere tutta la grande famiglia del cantautore. In Piazza Maggiore è stato posizionato un maxischermo per permettere a tutti coloro che non sono riusciti ad entrare nella Basilica di assistere al funerale.

Ad aprire la messa vi era Monsignor Gabriele Cavina che ha prima sottolineato tutto l’affetto dei bolognesi e poi ha ricordato che oggi Lucio avrebbe compiuto 69 anni. Dopo la lettura delle sacre scritture ha preso la parola il padre domenicano Bernardo Boschi che ha così esordito: “Oggi celebrerai il tuo compleanno con la mamma”.

Padre Bernardo Boschi era il prete spirituale di Lucio Dalla. E’ stato suo il compito di riportare alcuni passaggi della vita del cantautore. Padre Bernardo Boschi era il prete della famiglia di Lucio, tanto che ha più volte menzionato anche la madre dello stesso cantautore. Era il confessore di Lucio e la sua commozione era visibile. Padre Boschi ha parlato del dialogo di Lucio con Dio e ha definito il cantautore come un uomo che “rivestiva di Bologna quella sottile ironia, quella profondità, anche quella specie clownesca propria della sua creatività”. Padre Bernardo Boschi, quasi coperto dagli applausi, ha concluso: “Lucio trasmetteva serenità e gioia. Ti abbracciamo, saremo sempre con te”.

Alla fine del rito funebre Marco Alemanno ha letto il testo del brano di Lucio Dalla, Le Rondini. Alla fine il giovane Marco, dopo che è riuscito a trattenere le lacrime durante la lettura, ha detto “Grazie” a Lucio con una voce rotta dal pianto.

Di seguito il testo de Le Rondini di Lucio Dalla.

Vorrei entrare dentro i fili di una radio
E Volare sopra i tetti delle città
Incontrare le espressioni dialettali
Mescolarmi con l’odore del caffè
Fermarmi sul naso dei vecchi mentre Leggono i giornali
E con la polvere dei sogni volare e volare
Al fresco delle stelle, anche più in là
Sogni, tu sogni nel mare dei sogni.
Vorri giare il cielo come le rondini
E ogni tanto fermarmi qua e là
Aver il nido sotto i tetti al fresco dei portici
E come loro quando è la sera chiudere gli con semplicità.
Vorrei seguire ogni battito del mio cuore
Per capire cosa succede dentro
e cos’è che lo muove
Da dove viene ogni tanto questo strano dolore
Vorrei capire insomma che cos’è l’amore
Dov’è che si prende, dov’è che si dà
Sogni, tu sogni nel cielo dei sogni