Lady Gaga: nuove contestazioni in Asia per il suo Tour!





Non c’è tregua per Lady Gaga. Di recente si parla spesso delle contestazioni e delle minacce che Miss Germanotta ha ricevuto da fondamentalisti islamici. Tutto ruota intorno allo spettacolo del suo tour. C’è chi ritiene che Lady Gaga ami Satana, chi pensa che qualche brano sia blasfemo, chi invece che alcuni brani siano un inno all’omosessualità.

Insomma, per questi diversi modi di concepire la musica di Lady Gaga vi sono state delle contestazioni anche in Corea del Sud e nelle Filippine, dove in occasione delle date del suo tour dei gruppi evangelici hanno invitato a boicottare il suo show.

Il prossimo 3 giugno Lady Gaga ha in programma una tappa del suo tour a Giacarta, ma a causa delle minacce ricevute la polizia indonesiana ha vietato l’esibizione di Miss Germanotta. Fino ad oggi il concerto non è stato ancora annullato, anche perché sembra che gli organizzatori siano ancora alle prese con delle trattative.

Intanto Lady Gaga ha fatto sapere di non voler apportare alcuna modifica al show per le date in Asia, piuttosto preferirebbe annullarle! Troy Carter, manager della giovane cantante, ha dichiarato: “Aggireremo gli estremisti. Lo show si svolgerà esattamente com’e’. E’ uno spettacolo molto specifico e si rivolge a un’audience specifica”.

Mentre Lady Gaga porta avanti le date del suo tour, il suo manager ha aggiunto: “Non credo che tutto questo abbia a che fare con Lady Gaga. Abbiamo a che fare con qualcosa di diverso, con la politica, con la religione. E’ un po’ più complicato che cambiare la sua scenografia”.