Kelly Osbourne: la figlia di Ozzy vuole riprovarci con la musica

ex_kelly_osbourne_black_hair_skinny

Non è che con le sue primissime incursioni nel mondo della discografia la nostra eroina abbia sortito un buon successo. Forse il nome che porta non le è servito a colmare evidenti mancanze stilistiche. Sto parlando di Kelly Osbourne, figlia del ben più celebre Ozzy, frontman e fondatore di una delle band heavy metal più influenti di sempre, i Black Sabbath.

Moltissimi la ricordano per la sua presenza, insieme a tutto il resto della famiglia, nel cast di The Osbournes, il reality televisivo con protagonisti i membri ci Casa Osbourne. Eppure Kelly, arrivata a 27 anni, nel suo passato ha anche qualche episodio musicale.

Nel 2002, ad esempio, dà alla luce l’album d’esordio Shut Up!, un disco dalle vendite modeste salvato solamente dalla cover di Papa Don’t Preach di Madonna. Nel 2003 la casa discografica le permette di fare un duetto con Ozzy in Changes, dei Black Sabbath. La canzone va dritta in cima alle classifiche inglesi, ma Stup Up!, ristampato, non va oltre una media mediocre.

Il secondo album Sleeping In The Nothing vende poco più di 9.000 copie anche se il primo singolo, One Word, raggiunge il primo posto nella classifica delle canzoni dance. Troppo poco.

Ora Kelly vuole riprovarci. Sul suo profilo Twitter ha postato proprio il vecchio singolo One Word e ha dichiarato di essersi allontanata dalla musica per troppo tempo. Ora vuole ritornare perchè in precedenza, dice lei, non aveva avuto il credito che si era meritata.

Riuscirà Kelly Osbourne a tornare in maniera decente nel mondo della musica, sfornando un album degno di essere chiamato tale e che riesca a rapire i media al di là del suo cognome? Personalmente, se avessi un padre come Ozzy, mi sarei buttato sul metal.