Justin Bieber e il delirio a Milano!

Justin Bieber e il delirio a Milano

Il 2 giugno all’Alcatraz di Milano è arrivato Justin Bieber per il Believe Party ed è praticamente successo di tutto. Prima di tutto occorre specificare che in fila per entrare nel locale vi erano anche bambine dai sette anni in su.

Tutte erano accorse a Milano per non lasciarsi sfuggire l’occasione di poter vedere di persona Justin Bieber, addirittura alcune ragazze hanno aspettato l’artista all’aeroporto di Linate. Solo mille sono state le fortunate che hanno avuto accesso all’Alcatraz e tra loro solo una decina hanno avuto la possibilità di potersi avvicinare al giovane cantante canadese.

Caos, delirio, attesa, svenimenti, gioia: tutto questo è accaduto il 2 giugno a Milano. Circa trenta ragazze sono svenute per l’emozione, ma altre dieci sono rimaste contuse a causa della ressa sotto al palco.

Nel corso dello stesso pomeriggio Justin Bieber avrebbe dovuto affacciarsi dal balcone della Mondadori di Milano, ma a causa della presenza del Papa in città proprio nello stesso giorno l’evento è stato annullato. Si è trattata di una decisione presa per motivi di sicurezza, perché a causa della presenza del Papa il piano della viabilità della città aveva già subito delle variazioni, ma gli organizzatori si aspettavano l’arrivo di migliaia di fan solo per il giovane cantante canadese. Per garantire la sicurezza, quindi, è stato deciso di annullare l’evento.

La sera del 2 giugno all’Alcatraz di Milano Justin Bieber si è esibito con un mini set acustico. Solo mille le fortunate fan presenti, che sono state estratte grazie al concorso attivato con il preorder del disco Believe disponibile nei punti vendita Mondadori.

All’Alcatraz Justin Bieber ha cantato sei brani, chiudendo la sua esibizione con Boyfriend, il primo singolo estratto da Believe, il nuovo album che sarà disponibile in tutti i negozi di dischi dal 19 giugno.

Il giovane cantante canadese dopo l’esibizione all’Alcatraz è volato subito a Verona dove era atteso per esibirsi proprio con Boyfriend nel corso della rassegna Arena di Verona 2012 condotta da Antonella Clerici.