Jovanotti vola in America per imparare cose nuove!


biteditor.it
 
 

Cerca
 
 
 
Risultati web
No web results found
Collegamenti Sponsorizzati

Cerca
 
 
 
 
Categorie preferite

Chi lo segue sui social network ne sa sicuramente qualcosa. Jovanotti sta organizzando una serie di live in America e nel corso di una recente intervista il nostro eroe ha chiarito il senso di questa sua trasferta oltreoceano. “Di sicuro non vado alla conquista dell’America – ha detto a Gino Castaldo di Repubblica – l’idea mi imbarazza, non vado a prendere l’Oscar o le copertine dei giornali. È una cosa piccola che abbiamo costruito negli anni, suonando nei club dove all’inizio venivano solamente italiani”.
Jovanotti, infatti, ha in programma di trasferirsi a New York dove il prossimo inverno terrà una serie di date nei club di tutta la east coast statunitense. Questo è l’ideale prosieguo della trasferta che Lorenzo ha tenuto nella costa Ovest.
“In fondo – ha continuato nell’intervista a Repubblica – io nasco proprio qui (in America ndr) perchè vengo da rap. Meglio, diciamo, che se a un certo punto della mia vita non avessi ascoltato i Beastie Boyus, molto probabilmente avrei fatto tutt’altro. Ho voglia di crescere, di imparare cose nuove. La mia famiglia rimarrà a Nw Yotk e io andrò in giro a suonare dovunque posso, voglio fare il mio mestiere, espandermi anche umanamente, voglio infilare le mani in quella che è l’origine del mio lavoro”.
Jovanotti ha poi detto una cosa molto bella, che ne accresce il valore umano e arstistico e ne lascia intravedere l’umiltà: “In Italia non mi sarebbe concesso arrivare come un anonimo in un locale fare dj set. Qui lo posso fare e devo misurarmi senza rete, senza contare sul successo. Anche cantare un pezzo che in Italia è un successo e in America non lo conosce nessuno è elettrizzante, significa mettere in gioco tutto. Ripartire da zero”.
In bocca al lupo Jova, anche a New York tutta l’Italia è con te!