Il ritorno di Tom Waits, il 19/11/2010



L’uomo dalla voce immersa nel whiskey, tanto per citare il critico Daniel Durchholz, è tornato.
Signore e signori, (ri)ecco a voi Tom Alan Waits, meglio noto semplicemente come Tom Waits.
Nato il 7 dicembre del 1949 a Pomona, il grande cantautore e attore statunitense è tornato ad imprimere le proprie corde vocali e la sua arte nel panorama musicale internazionale e lo fa per un intento assolutamente nobile: beneficenza.
Si tratta di Preservation: an album to benefit Preservation Hall and the Preservation Hall Music Outreach Program, un progetto che vede schierati fianco a fianco appunto Tom Waits  e l’orchestra Preservation Hall Jazz Band.
Il progetto è stato ideato al fine di finanziare il collettivo di New Orleans attivo dagli anni ’60, impegnato da sempre nel mantenimento della tradizione del jazz.

Solo due i brani di Tom Waits incisi: Tootie Ma Was A Big Fine Thing e Corrine Died On The Battlefield, tracce incise originariamente da Danny Barker.
L’album sarà distribuito in edizione limitata in formato vinile da 78 giri e sarà acquistabile a partire dal 19 novembre 2010 sul sito della Preservation Hall.
Hanno partecipato al progetto anche Paolo Nutini, Andrew Bird e Ani DiFranco.
Per i fans di Tom Waits però, non solo questa è la buona novella. A quanto pare infatti a distanza di qualche anno, l’orco di Pomona sta per tornare con un nuovo album di inediti. E sia!