Il Club Di Jane Austen con la musica preferita dalle donne

il club di jane austen

Che musica c’è nei club letterari? Penso a quando ho passato alcune serate nei caffè letterari di Roma, tra una copia di un dizionario del cinema illustrato ed una pila di vecchi gialli e racconti underground che s’impolveravano intorno ai tavoli del locale.

Di quei momenti ho in testa atmosfere sonore tra le più disparate, dal blues al punk, passando per l’elettronica e i remix di ogni genere, lasciando qua e là memorie di singoli dei Marta Sui Tubi, Groove Armada, Tonino Carotone, il tutto in un ambiente dove le luci fioche, viste da lontano, si scambiano facilmente con quelle delle cappe dei fumi di sigarette.

Per dirne alcuni, ci mancherebbe, perché questo è quel che ricordo, oltre al buon sapore di un bicchiere di vino che ogni tanto preferivo sostituirlo con quello di un Mojito o di altri cocktail a base di rum.

Poi ricordo un film, Il Club Di Jane Austen (segnalatomi dalle colleghe di Cinema10 in occasione dell’anniversario della nascita della famosa scrittrice inglese, che si celebra oggi, appunto). Lily, hai visto quel film? Ti va di parlarne? Certo che si, ma ne parlo per la musica, non per il cinema!

Ci sono un gruppo di donne, dicevo, nella pellicola diretta da Robin Swicord. Cinque donne e un uomo, ad essere precisi, che danno vita ad un club della lettura dedicato a Jane Austen. Ciascun membro del club di Jane Austen porta con sé storie sentimentali, destini di vita, amicizie, amori, delusioni, cercando di collegare tutto alle splendide storie che la scrittrice originaria di Steventon ha tramandato a noi fortunate generazioni a venire.

Del film ricordo la semplicità della fotografia e le scene, sempre a base di drink e letteratura, con i volti bellissimi di Emily Blunt, Kathy Baker, Amy Brenneman, tra le protagoniste.

E poi la musica bellissima del film, gentilmente concessa dall’artista statunitense Aaron Zigman, che ha da sempre avuto un certo feeling con il cinema per donne (ha curato ad esempio le colonne sonore di Sex And The City, step Up 2, Tutte Pazze Per Charlie, Ricatto D’Amore).

C’è il pezzo The Buffy Conference che incalza nelle scene più “spensierate” del film, mettendosi a giro poi con February Reading, Daniel Breaks Up e Bernadette E Purdie. Ma prima di arrivare al finale (con The Jane Austen Book Club Ending) c’è tempo di concedersi Jocelyn Gets Vulnerable e Head On Daniel, due canzoni che per un momento vi faranno dimenticare delle quiete campagne dei personaggi di Jane Austen.