Franco Battiato: un cantautore “prestato” alla politica

Franco Battiato un cantautore “prestato” alla politica

Franco Battiato: musicista, cantautore e regista. E assessore. Franco Battiato infatti può essere visto anche come un cantautore “prestato” alla politica. Nelle ultime ore non si parla di Franco Battiato in quanto artista, ma si parla di lui come politico. Il cantautore infatti dallo scorso novembre ricopre l’incarico di Assessore al Turismo e allo Spettacolo per la Regione Sicilia dopo aver rinunciato al compenso.

Nel corso della sua lunga carriera artistica, Franco Battiato non ha mai tenuto nascosto il suo punto di vista politico anche se ha sempre cercato di non diventare un “artista impegnato”.  Con la sua discesa in campo però le cose sono un po’ cambiate e di recente c’è stata una sua dichiarazione che ha suscitato tanto clamore.

Pochi giorni fa infatti l’assessore Franco Battiato si trovava a Bruxelles per un incontro al Parlamento Europeo quando ha espresso il suo modo di vedere la situazione della politica italiana rivelando: “Queste t…e che si trovano in Parlamento farebbero qualsiasi cosa. È inaccettabile. Dovrebbero aprire un casino e farlo pubblico”.

Tutti sono rimasti sorpresi dalle parole di Franco Battiato, che da sempre ci ha abituati ad un altro tipo di linguaggio. In seguito a questa dichiarazione ci sono state diverse reazioni. C’è chi da lui proprio non si aspettava un linguaggio simile e chi invece concorda con il suo pensiero, ma avrebbe preferito che il cantautore si esprimesse con parole diverse.  Ovviamente la maggior parte delle persone ha condannato la sua dichiarazione, ma in ogni caso bisogna ricordare che ci sono molte persone che concordano con lui e che non riescono a capire il clamore di questa notizia.

Magari avrebbero preferito parole diverse, ma il cantautore dopo qualche ora nel corso di un’intervista concessa a Vittorio Zucconi per Radio Capital ha spiegato che si tratta di cose che lui sostiene da anni: “sono cose che dico da anni. Ci sono persone che non sono degne di stare lì”.

La domanda che però voglio porre oggi è un’altra: non è che la dichiarazione di Franco Battiato sia stata travisata? Forse  intendeva solo dire che anche al Parlamento ci sono delle donne o delle persone in generale disposte a tutto pur di ottenere qualcosa? Ascoltando l’audio della dichiarazione si capisce proprio che in effetti intorno a questa storia è stato sollevato un caso forse un po’ eccessivo.

Intanto però il Presidente della Regione Sicilia, Rosario Crocetta, ha revocato l’incarico di assessore a Franco Battiato. Il motivo? “Per le affermazioni certamente non istituzionali ed offensive. Quando si sta nelle istituzioni si rispettano e si rispetta la dignità delle istituzioni medesime e, nel caso di Battiato sicuramente si è andati ben oltre e si è violato il principio della sacralità delle stesse” ha spiegato il Presidente Crocetta.

Franco Battiato, un cantautore “prestato” alla politica forse per troppo poco tempo.

Franco Battiato un cantautore “prestato” alla politica