Festival di Sanremo 2011: Massimo Ranieri ospite serata finale

Festival di Sanremo 2011 Luca Paolo Gianni Morandi Massimo Ranieri

Per la serata finale del Festival di Sanremo è arrivato un amico di Gianni Morandi. Non si tratta di un amico qualunque, ma di una persone che ha gareggiato sul palco del Teatro Ariston ben otto volte.

Si tratta di Massimo Ranieri.

Mentre Luca e Paolo cantavano “Reginella”, il cantante partenopeo si è unito a loro sul palco per proseguire la canzone che hanno terminato insieme. Ma Massimo Ranieri si è cimentato, giocando ad uno scambio di tradizioni tra Napoli e Genova,  cantando con il duo comico “Ma se ghe pensu”, un brano che appartiene alla tradizione della musica popolare genovese.

Massimo Ranieri torna sul palco in un secondo momento per rilasciare un’intervista a Morandi tra una suonata e una cantata.

Infatti i due cantanti sono amici dal 1966.

Ranieri dal palco del Festival ha salutato tutti gli abitanti di Avellino perché per poter essere al Festival ha posticipato la sua esibizione, in programma la stessa sera della finalissima, proprio ad Avellino.

Ranieri e Morandi ricordano quanto riesce ad emozionare il palco di Sanremo, ricordano come sono iniziate le loro carriere. Ranieri precisa che né lui né Morandi hanno studiato canto, ma che per loro la vera scuola è stato suonare ogni giorno nei bar, nei ristoranti.

Con Morandi alla chitarra, i due offrono un assaggio di alcuni brani tra cui: “La Fisarmonica”, “Questo amore splendido” , “Se bruciasse la città”, “Ma che me ne importa”.

Ma Gianni Morandi, approfittando della presenza di Sanremo, dichiara di aver ricevuto delle critiche perché nel corso della serata dedicata ai 150 anni dell’Unità d’Italia non hanno ricordato Domenico Modugno.

A questo punto Morandi e Ranieri cantano “Volare” riuscendo a trascinare tutto il pubblico presente al Teatro Ariston.

Cosa dire? È stato molto più interessante vedere Massimo Ranieri che Robert De Niro la sera precedente, il quale sembrava non volesse essere intervistato.