Fabri Fibra: applausi per Saddam





Era una volta che nessuno odiava Fabri Fibra. Erano i tempi delle Teste Mobili, Turbe Giovanili e Mr. Simpatia.
Poi invece è arrivata la grande delusione, da cui è risultato un Fabrizio Tarducci legato agli aspetti più bassi dell’hip hop spaghettaro, da donne, vizi, minacce e quello stile che rovina il genere per la serie “io vi odio tutti e voi mi odiate tutti, odiamoci tutti così tutti parlano di me”. Insomma, ci siamo capiti.

Nel frattempo però i cultori del genere restavano in attesa di poter riasoltare il Fibroga di un tempo, con i testi incazzati e le basi giuste, senza fare appiglio alle faide tra crew ma solo basandosi sulla passione per l’hip hop ed il tanto amato e genuino free style.
Ed ecco finalmente arrivare, a distanza di diversi anni, una probabile rinascita dell’originale Fabri Fibra che a settemebre tornerà in campo con un nuovo album dal titolo Controcultura.
Devo ammetterlo, per me che seguo il genere già il titolo mi fa gasare e, in più, ad alimentare la curiosità rispetto al progetto futuro è giunto il brano d’anticipazione Saddam Freestyle, niente di particolarmente eccitante o impegnato ma sicuramente un buon nuovo inizio.
Ma giudicate voi stessi. Ascoltate Saddam Freestyle di Fabri Fibra e fateci sapere cosa ne pensate. Enjoy!
 
httpv://www.youtube.com/watch?v=OoFfQ7GkUJo