Chumbawamba: annunciato lo scioglimento!

Chumbawamba-Tubthumper-remix

Notizia tragica sui Chumbawamba: annunciato lo scioglimento di una di quelle band che ci hanno fatto divertire un mondo e che poi sono letteralmente scomparse. Effettivamente questa news mi ha fatto ritornare agli albori della mia esperienza musicale quando, con l’avvento di Mtv in Italia, cominciavano ad arrivare delle cose interessanti.

Ebbene i Chumbawamba sono noti al pubblico italico fondamentalmente per la loro performance nel singolo tormentone Tubthumping del lontanissimo 1997 e ora, per mezzo di un comunicato caricato sul loro sito ufficiale, hanno annunciato il loro scioglimento dopo molti anni di carriera.

Più che un comunicato si tratta di una vera e propria lettera aperta ai fan che in Italia scarseggiano ma che all’estero sono una folta mandria. “Così siamo giunti alla fine – leggiamo nel messaggio sul sito ufficiale dei Chumbawamba – Senza lacrime, clamore o reunion già programmate. Abbiamo sulle spalle trent’anni di idee, melodie, tour europei, comunicati stampa, ritornelli da cantare in coro e poesie dadaiste e finalmente siamo arrivati alla fine. Il resto delle nostre vite sta prendendo una direzione che non ci permetterebbe più di dedicare al gruppo il tempo e l’entusiasmo che merita”.

Naturalmente non tutto si chiude con questo messaggio sul sito ufficiale. Prima di lasciare effettivamente la scena musicale i Chumbawamba terranno un brevissimo tour d’addio anche se, come possiamo continuare a leggere, la band si riserva il diritto di ripensamento. “Certo, ci riserviamo il diritto di tornare come Chumbawamba per fare qualcosa che di certo non sarà fare tour o pubblicare nuovi album ogni due o tre anni. Francamente però – conclude – è molto improbabile”.

Devo ammettere che mi dispiace. Ok, in Italia sono stati una meteora ma li ricordo con piacere. Quella Tubthumping è stata la colonna sonora di un’estate e ancora la ricordo perfettamente. Ogni tanto, tra musicisti, esce anche fuori qualcuno che la canticchia.

I Chumbawamba sono nati nel 1982 e hanno esordito come gruppo punk anarchico per poi spaziare in vari generi tra i quali il pop, la dance, la world music e il folk. E in trent’anni di carriera hanno pubblicato la bellezza di quattordici album, tre raccolte, due dischi live, un Ep, una colonna sonora e ventiquattro singoli. Non proprio degli incompetenti, insomma.

Purtroppo in Italia sono rimasti nella storia come dei tizi di passaggio, come moltissimi altri come i Liquido, gli Smash Mouth, la Bloodhoud Gang, Meredith Brooks, i Wheatus, Midge Ure, le TATU, i Crazytown, gli Alien Ant Farm, le ATC e tanti,