Bastava è il nuovo singolo di Laura Pausini





Direttamente dall’ultimo album di Laura Pausini, Inedito, è finalmente giunto alla nostra attenzione il nuovo singolo della cantante emiliana, Bastava, pronto ad accogliere ancora una volta le grandi attenzioni del pubblico italiano.
E a caratterizzare ancora di più il brano in questione è la presenza di chi l’ha presentato per la prima volta (a delle sfortunate selezioni di Sanremo Giovani), accogliendo la stima di Laura Pausini, sempre pronta a dar voce ai giovani talenti della musica made in Italy: Eleonora Crupi.

Bastava è un brano scritto da Niccolò Agliardi, ormai fido paroliere di Laura Pausini, assieme a Massimiliano Pelan, e fu cantato proprio da Eleonora, ex allieva della quinta edizione di Amici Di Maria De Filippi che, dopo il talent show, ha tentato senza fortuna la strada del Festival Di Sanremo per poi arrivare a conquistare una serie di soddisfazioni personali di cui Bastava è di certo l’esempio più valido.
Il brano è stato poi proposto a Laura Pausini che, artista dalla sensibilità molto fine, ha da subito compreso e fatto proprie, le potenzialità di questo bellissimo pezzo.
Dunque di seguito segnaliamo il video del brano, nella versione di Eleonora Crupi, e il relativo testo. Enjoy!
Bastava – Testo
Un sorriso di ritorno per rispondere a un sorriso
Bastava
Uno spazio condiviso ma nessun altare d’oro
Bastava
Nella stanza di un albergo d’Europa si potrebbe andare avanti a parlare o si gioca
o scambiamoci uno schiaffo di pace
vince il primo che si arrende, si offende lo dice
Come ci siamo arrivati a volerci così tanto male non so
Come ci siamo permessi di dirci che ognuno fa quello che può
Una camminata in centro in un pomeriggio bianco
Bastava
Prevedere il tuo fastidio, fare i conti sopra l’odio
Bastava
Fare a meno delle buone maniere che confondono e rubano spazio e spessore
E buttarci sotto l’acqua gelata e accettare che davvero è acqua passata
Come ci siamo arrivati a volerci così tanto male non so
Come ci siamo permessi di dirci che ognuno fa quello che può
Come ci siamo ridotti io e te
Come ci siamo permessi di dirci che ognuno fa il meglio per se
Bastava
Dire tutto anche se poco quello che capisci dopo
Bastava
Masticare le parole, rimanere in verticale
Bastava
Questa notte mi apre gli occhi e ci guarda, vede povere carezze di guerra
Questa notte mi apre gli occhi e ci guarda, vede lacrime d’argento cadere per terra
Come ci siamo arrivati a volerci così tanto male non so
Come ci siamo permessi dirci che ognuno fa quello che può
(Bastava)
Che fa quello che può
(Bastava)
Bastava
Bastava
Bastava
Ricordati quanto bastava
Bastava
Bastava
Bastava