Amy Winehouse Morta: le dichiarazioni del padre

amy winehouse morta

Si sono tenuti ieri il funerale e la cremazione della giovane cantante Amy Winehouse, scomparsa sabato 23 luglio all’età di 27 anni. Non si conosce ancora la causa della morte, nonostante sia stata già effettuata l’autopsia. A distanza di pochi giorni dalla scomparsa della cantante iniziano a giungere le prime dichiarazioni provenienti dalle persone più vicine ad Amy. Nel corso del funerale ha preso la parola il papà di Amy, Mitch Winehouse che ha affermato: “Amy è stata la figlia e l’amica migliore che potevamo avere. Sapere che è morta felice ci fa stare tutti meglio”.

Il padre della cantante racconta a tutti il ricordo dell’ultima telefonata che ha avuto con la figlia: “Da anni non era così felice. L’ultima volta che mi ha chiamato aveva trovato una scatola di vecchie foto di famiglia e mi aveva invitato a guardarle con lei. Parlammo tre volte in un giorno. Era molto eccitata”. Con queste parole Mitch Winehouse mette a tacere tutte quelle voci legate ad un probabile suicidio o ad un overdose. Non si conosce ancora la causa della morte della cantante, ma si sa con certezza che la polizia in casa non ha trovato alcuna traccia né di droghe né di farmaci.

E’ stato lo stesso Mitch Winehouse a sostenere che nelle ultime settimane la figlia stava portando avanti la sua battaglia contro l’alcolismo, dichiarando: “Aveva appena finito tre settimane di astinenza”. Il padre ha fondato una Amy Winehouse Foundation con lo scopo di aiutare tutti coloro che hanno problemi di dipendenza.