Amy Winehouse: il padre smentisce la realizzazione del film biografico



Il padre di Amy Winehouse, Mitch, smentisce la realizzazione del film biografico sulla vita della figlia scomparsa prematuramente lo scorso 23 luglio nella sua abitazione di Camden Square. Negli ultimi giorni, infatti, in rete si era diffusa la notizia che il fidanzato di Amy, il regista Reg Traviss, aveva già intrapreso delle trattative per realizzare il film. Addirittura nelle ultime ore in rete circolava la voce che Lady Gaga avrebbe interpretato Amy Winehouse perché era ciò che voleva Mitch Winehouse.

Per adesso quindi non verrà girato alcun film sulla vita di Amy, perché papà Mitch crede che sia passato troppo poco tempo dalla scomparsa della figlia per poter realizzare già un film biografico. Dalle prime indiscrezioni trapelate sembra che Mitch Winehouse, invece, ha di recente firmato un contratto con la casa editrice Harper Collins per scrivere un libro di memorie sull’artista scomparsa. Ovviamente il ricavato dalla vendita del libro sarà devoluto alla Fondazione Amy Winehouse che papà Mitch ha instituito lo scorso settembre in memoria della figlia con lo scopo di aiutare tutti coloro che hanno problemi di dipendenza. Tutti sapete che lo scorso 5 dicembre è stato pubblicato il primo album postumo di Amy Winehouse dal titolo Lioness: Hidden Treasures. Il disco nel giro di pochissimi giorni ha registrato delle vendite record. In effetti tutti pensavamo che accadesse una cosa del genere. Nel primo giorno di uscita Lioness: Hidden Treasures in Gran Bretagna ha venduto 140.000 copie, mentre nella prima settimana ha raggiunto le 200.000 copie. Il disco postumo contiene alcune tracce inedite che sono state registrate prima della sua scomparsa, alcune cover e alcuni demo.