Amy Winehouse Eredità: non ha lasciato niente all’ex marito

amy winehouse eredità

Dopo la scomparsa di Amy Winehouse sapevamo che presto avremmo sentito parlare della sua eredità. L’artista è deceduta all’età di 27 anni lo scorso 23 luglio nella sua casa di Camden Square. La sua morte è ancora avvolta in un alone di mistero. A tutti erano noti i problemi di dipendenza dai quali la cantante si stava disintossicando. Dai primi risultati dei test tossicologici effettuati sul corpo dell’artista è stata rilevata una piccola traccia di alcol, ma sembra proprio che l’artista non avesse assunto droghe.

Prima o poi si sarebbe parlato dell’eredità che Amy avrebbe lasciato alla sua famiglia, stimata intorno ai due milioni di sterline. Insomma rispetto al suo patrimonio di qualche anno fa, stimato intorno ai 15 milioni, quello attuale ha subito un brusco calo. All’ex marito della cantante Blacke Fielder–Civil non è andato nulla.

Anzi nelle ultime ore è giunta una notizia che ha colto tutti di sorpresa: sembra infatti che Amy desse 150 sterline a Blake per ogni bacio ricevuto. Un amico di Blake ha rivelato: “Lo faceva per poi acquistare crack ed eroina. Amy era follemente innamorata di Blake. Aveva sempre 150 sterline a portata di mano per pagarlo mentre lo baciava. Succedeva anche che erano seduti sul divano con un paio di drink, lei cercava le coccole e gli diceva: ‘Dammi un bacio marinario!’ e poi lui le chiedeva i soldi”.

Dopo la notizia della scomparsa di Amy, sono stati diversi a sostenere che il suo decesso era strettamente collegato all’uso di altre sostanze. Uno spacciatore, a pochi giorni dalla morte dell’artista, aveva addirittura dichiarato di averle venduto della droga proprio prima di morire. Qualcuno invece pensava a già come trarre profitto dalla sua scomparsa. E’ il caso di colui o colei che hanno registrato il nome Amy Winehouse Foundation impendendo, per ora, al padre di Amy, Mitch Winehouse, di aprire una fondazione con il nome della figlia con sede proprio nella sua casa di Camden Square.