Almamegretta: riceveranno un Premio dal MEI il 15 febbraio

almamegrettaù

Me li ricordo ai tempi di Black Athena, momento nel quale li ho conosciuti scoprendo poi che c’era molto di più. Sto parlando naturalmente degli Almamegretta, sicuramente una delle realtà musicali più rappresentative della scena italiana indipendente. Ovvio, quindi, che il MEI (il Meeting delle Etichette Indipendenti) voglia quest’anno assegnare alla band un doveroso premio.

Premio che deriva dal Festival di Sanremo 2013, dove gli Almamegretta sono in concorso insieme ad un’altra grande realtà musicale indipendente, Marta Sui Tubi. Nel 2013 il MEI ha ritenuto opportuno dare un riconoscimento a quegli artisti e a quelle band che sono maggiormente rappresentative, fiere portavoci della scena indipendente dello stivale e che sono incluse nel roster degli artisti in gara al Festival di Sanremo 2013.

Con i loro vent’anni di storia (il primo disco Almamigrante risale al 1993) gli Almamegretta possono benissimo rappresentare non solamente la scena indipendente, ma anche la sua storia, la sua evoluzione. La loro presenza al Festival di Sanremo 2013 (insieme ai talenti più mainstream di X-Factor e Amici) contribuisce senza dubbio a rendere viva l’idea di una musica italiana in continua evoluzione e non necessariamente avvinghiata alle sue radici melodiche.

Gli Almamegretta, capitanati sempre da Raiz, saranno sul palco del Festival di Sanremo 2013 con le canzoni Mamma Non Lo Sa e Onda Che Vai, mentre per la serata di venerdì è previsto un featuring con Marcello Coleman per un classico della canzone italiana come Il Ragazzo Della Via Gluck. Appuntamento con gli Almamegretta sul palco del Teatro Ariston, ma anche per il premio assegnato alla band napoletana dal Meeting delle Etichette Indipendenti.

almamegrettaù