AC/DC: un membro è malato, registrazioni posticipate



Ultimamente, correggetemi se sbaglio, il mondo dell’hard rock e dell’heavy metal che conta sta attraversando un periodo non proprio florido. O meglio, ciò che è bello non lo è del tutto. La reunion dei Black Sabbath dello scorso novembre è minacciata da due lati: da una parte c’è il batterista Bill Ward che, non contento dei contratti che gli vengono sottoposti, rischia di abbandonare il gruppo facendo perdere senso alla reunion stessa; dall’altra c’è la malattia di Tony Iommi che, lo ricorderete sicuramente, è malato di tumore.
Ora anche gli AC/DC annunciano di avere qualche problemino di salute. Proprio ieri vi avevo riportato le recenti dichiarazioni del singer Brian Johnson che aveva fatto intravedere la possibilità che la band si fosse riunita e ritrovata per registrare del nuovo materiale per il prossimo album. Ora però a quelle dichiarazioni, rilasciate in una intervista radiofonica americana, devo aggiungerne altre non proprio accomodanti.
Il cantante degli AC/DC Brian Johnson ha detto: “La speranza è quella di ritrovarci quest’anno. Uno dei ragazzi è un po’ malato. Non posso dire altro, ma sta migliorando”. La notizia non è del tutto positiva anche se Johnson stesso ha poi aggiunto che la malattia non è di tipo terminale ed è convinto che quanto prima possa essere superata e tutto possa tornare come prima. Le registrazioni del nuovo album, successore di Black Ice del 2008, sono quindi doverosamente posticipate.
Purtroppo Brian Johnson è stato molto criptico e non possiamo dirvi quale sia effettivamente il membro degli AC/DC affetto da questa malattia non terminale. Ci auguriamo che i medici si siano sbagliati e che si tratti di un raffreddore.
Il fatto è che per queste band cominciano ad arrivare gli acciacchi dell’età. E non è bello per noi rockers!